Plasma: stato di aggregazione della materia che si aggiunge ai tre comunemente noti (solido, liquido, gassoso), costituito da un gas altamente ionizzato, cioe' tale che gli atomi o le molecole costituenti risultano privi di tutti o quasi gli elettroni. Poiche' il plasma e' neutro dal punto di vista elettrico, esso appare come una miscela di ioni positivi e di elettroni negativi, le cui cariche si neutralizzano a vicenda. E' possibile ottenere del plasma partendo da un gas a bassa pressione e riscandandolo fino a temperature molto alte, anche dell'ordine di 106 - 108 K. Lo studio dei fenomeni che avvengono nei plasmi e' importante per l'astrofisica e la fisica della fusione nucleare.

Facendo collidere tra loro due ioni di un plasma a temperatura sufficientemente elevata (da 107 K in su), e' possibile che essi si fondano originando un solo nucleo piu' pesante. E' questo il processo della fusione nucleare, che produce una grande quantita' di energia e in natura avviene all'interno delle stelle. Gli sforzi di molti ricercatori sono concentrati sulla possibilita' di realizzare una fusione nuclare controllata, sfruttabile commercialemente come fonte pressoche' inesauribile di energia.

Sulla terra raramente la materia si presenta allo stato di plasma, mentre lo e' piu' del 99% della materia dell'Universo: di plasma sono fatti tutti i corpi celesti, a accezione dei pianeti. Vi e' plasma nel nucleo del Sole, che si trova alla densita' di 100 g/cm3 e a temperature di 10-20 milioni di K, ma anche nello spazio interstellare, dove vi sono densita' di 10-25 g/cm3 e temperature di pochi gradi K.

indietro