Tutto ciò per far meno di una zanzara.....

Potremmo immaginare che l'energia delle particelle circolanti in una macchina gigantesca sia enorme. Non è però il caso. Le particelle che circolano nelle più grandi macchine esistenti hanno meno energia di movimento di una zanzara! Però sono estremamente piccole e l'energia vi si trova molto concentrata. La collisione tra due zanzare non produrrebbe la minima particella nuova, mentre la collisione di due protoni, o di due elettroni aventi l'energia di una zanzara, sarebbe invece creatrice.

E giunto ora il momento di rischiarare il lettore sulla nozione di "miliardo di elettron-volt", chiamato anche GeV, che purtroppo tende talvolta ad essere confuso: si dice che la tale macchina conferisce alle particelle un'energia di 30 o di 400 GeV. Che cos'è un GeV? Ebbene, è l'unità di energia utilizzata nella fisica delle particelle. Un GeV è circa la quantità di energia che bisogna condensare per "fare" un protone. Il grande sincrotrone del CERN conferisce ai protoni un energia che può oltrepassare i 400 GeV. GeV significa "giga-elettron-volt", "giga" significa miliardo. In altre parole, l'energia delle particelle in causa nelle ricerche condotte nel campo della fisica delle particelle è dell'ordine di qualche miliardo di elettron-volt e può arrivare fino a qualche centinaio di miliardi di elettron-volt. Davvero impressionante, non è vero? No, in tutti i casi, non al nostro livello: non ci si deve immaginare una tensione elettrica di parecchi miliardi di volt o qualsiasi altra cosa del genere. Un elettronvolt è talmente poca cosa che anche un miliardo di elettron-volt è ancora una cosa quasi trascurabile. Una matita che cade per terra possiede un'energia di parecchie centinaia di milioni di miliardi di elettron-volt... Ancora una volta, quello che è impressionante, non è di poter conferire ad un oggetto un'energia di parecchi miliardi d' elettron-volt, ma che l'oggetto a cui vengono dati sia così piccolo.

Cento miliardi di elettron-volt conferiti ad un oggetto comune sono quindi una cosa da nulla, non succederà proprio niente. Ma quando vengono dati, non senza qualche difficoltà, (si guardino le dimensioni degli acceleratori:), ad un protone o ad un elettrone, allora è straordinario e ciò può produrre delle cose straordinarie, come si è visto nella prima parte di questo opuscolo, e provocare la metamorfosi dell'energia in materia ossia creare delle particelle.

 

 

 

 

 

 

zanzara.jpg (4485 byte)